Il mercato odierno richiede prodotti sicuri, naturali e dotati di discreta conservabilità; chi opera nel settore alimentare deve trovare soluzioni operative e, se possibile, economicamente sostenibili per raggiungere tali obiettivi. Il problema sempre più pressante da affrontare è il packaging, la plastica in particolar modo per il suo forte impatto ambientale.
Durante la giornata di studio si approfondiranno:

  • il futuro dei pack impiegati considerando l’attuale e prossima legislazione europea. Sarà analizzato il miglior film a barriera (alcune plastiche non possono essere indicate come smaltibili nella plastica)
  • le soluzioni alternative a quelle convenzionali, quali i materiali ridotti in peso e quelli biobased. Come possono essere applicate? Sono in grado di assicurare le shelf life desiderate senza modificare a livello organolettico gli alimenti?
  • le dichiarazioni di conformità degli imballi primari. Come valutarli correttamente?
  • la fase di preconfezionamento e la filtrazione ad alta efficienza dell’aria, e i packaging per i trattamenti termici.
  • la tecnologia delle alte pressioni (HPP) in grado di ridurre sensibilmente il pericolo biologico di un alimento senza intaccare gli aspetti nutrizionali, come invece fanno i classici trattamenti di pastorizzazione e di sterilizzazione.
  • la cottura sottovuoto (sous-vide)

Milano: Residence San Vittore La Cordata
Via San Vittore 49   – MM Sant’Ambrogio (Linea Verde) – MM Conciliazione (Linea Rossa)

orario: 09.30 – 16.30


Il corso è accreditato presso il Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Tecnologi Alimentari e rilascia 6 crediti formativi agli iscritti all’Albo